Come indurre naturalmente il travaglio per un vbac
VBAC

Come indurre naturalmente il travaglio per un vbac

Non c’è niente di più noioso dell’attesa per iniziare il travaglio, ma le donne che sperano in un VBAC, o comunque nella nascita “naturale” dopo il taglio cesareo, sono particolarmente desiderose di scoprire come indurre naturalmente il travaglio per un VBAC .

Se si è già proceduto a trovare un medico che autorizzerà la procedura, molte donne possono essere in tensione nell’attesa del travaglio e farsi mille domande sui tempi perchè possa iniziare in modo naturale, questo perché gli ostetrici tendono a evitare le induzioni mediche per le mamme che hanno deciso per il VBAC. Sono tante le mamme che nell’attesa si riversano su internet cercando di capire in che modo è possibile evitare una ripetizione del cesareo.

Innanzitutto, è importante parlare con un medico o un’ostetrica prima di intraprendere qualsiasi rimedio “casalingo” per iniziare il travaglio. Ogni corpo e ogni bambino sono diversi, e alcuni metodi comportano dei rischi che dovrebbero prima ottenere il via libera da un esperto.

Ogni situazione è diversa, ogni donna ha il proprio insieme di problemi di salute, circostanze socioeconomiche e traumi passati (da una precedente sezione c)  che recitano la loro parte“, conferma Rachel Hart, ostetrica certificata al magazine romper.com, che gestisce le pratiche di nascite a domicilio nella Georgia del Nord. “Le donne devono essere in grado di esprimere la propria opinione e sentirsi ascoltate. Se ciò accade e sentono di aver collaborato ad una buona decisione per loro, è quello che dovrebbero fare“.

Una volta che per le mamme in attesa tutto è diventato chiaro, è più sicuro attenersi a sistemi e metodi più innocui di stimolazione del travaglio, perché se il loro corpo non è pronto, nessun metodo o intervento sarà utile. La rottura uterina è una cosa reale, anche se il rischio è piccolo, e forzare una precedente incisione aumenta il rischio di una possibilità su 500 , secondo l’American Pregnancy Association.

I rapporti intimi sembrano essere la misura più diretta ed innocua per far muovere il bambino, grazie alle prostoglandine nello sperma che maturano l’utero , secondo uno studio di The Cochrane Pregnancy and Childbirth Group, durante l’orgasmo si rilascia ossitocina, lo stesso ormone che stimola le contrazioni, che potrebbero stimolare il corpo sulla via del travaglio.

Sicuramente i rapporti intimi sono la prima opzione“, dice Doula Lisa Maltz che dirige tale pratiche al Birth Your Own Way di New York. Raccomanda anche di prenotare una sessione con un chiropratico per allineare il bacino e per togliere pressione alla spina dorsale e ai legamenti in modo da aiutare il bambino a entrare nel bacino, tale tecnica è nota come tecnica Webster .

Sviluppato dal defunto Larry Webster, DC, fondatore della International Chiropractic Pediatric Association, si presume che il metodo rilasci anche ormoni per stimolare il travaglio. Una buona notizia per le future gravidanze è che l’American Pregnancy Association dice che non c’è motivo di rinunciare a un buon riallineamento durante la gravidanza, in primo luogo, dal momento che tutti i chiropratici sono addestrati per lavorare in sicurezza sulle future mamme.

Superare la paura degli aghi e prenotare una sessione con un agopunture, potrebbe anche accelerare il processo. Uno studio del Cochrane Pregnancy and Childbirth Group del 2017 ha rilevato che mentre il metodo non riduceva i tassi di C-section, ha aiutato la cervice verso la maturità . “L’agopuntura potrebbe stimolare il travaglio e penso che sia abbastanza OK“, dice la Hart. “Se il bambino non è pronto, non funzionerà.“.

fonte Romper

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *